Come arredare il corridoio di una casa

Arredare il corridoio non è affatto da trascurare nell’arredamento di una casa. I luoghi di passaggio infatti sono frequentatissimi e hanno bisogno di essere valorizzati. Tutta la casa esprime la tua personalità e anche i dettagli o i luoghi più nascosti contano per aumentare la percezione del tuo carattere in casa.

Molto spesso ci troviamo nella situazione di avere un corridoio spento e anonimo, magari stretto e corto, oppure lungo, buio e senza carattere…. come lo possiamo valorizzare?

Gli elementi chiave che caratterizzano l’estetica e la funzionalità di un corridoio sono:

  • Le porte
  • La luce
  • Le dimensioni, compresa l’altezza
  • I materiali

Le porte

Cominciamo dalle porte. Sono fondamentali perché rappresentano fortemente lo spazio e i suoi colori. Se vuoi un corridoio minimale, non rinunciare all’estetica contemporanea delle porte a filo muro. Se sei romantica, puoi spezzare il bianco delle porte con una tonalità più scura delle pareti, evidenziandone il contorno.

La luce 

È raro che la luce naturale colpisca il corridoio. La maggior parte sono ciechi e bui, spesso anche stretti e angusti oppure molto lunghi. In questo caso come si fa con l’illuminazione?

La tendenza contemporanea è di ricreare una luce diffusa con delle strisce led che ne percorrono tutta la lunghezza. Dal momento che non è difficile creare un abbassamento di volta, c’è chi consiglia l’uso dei faretti, anche se è passato un po’ di moda. Per le più creative è possibile arredare il corridoio con un lampadario che si fa notare, anche prezioso. In genere è un elemento che stupisce.

Chi non vuole illuminare la volta può scegliere per una luce dal basso, più di atmosfera. È una soluzione molto contemporanea usata negli ambienti di lusso.

 

Le dimensioni 

Come dicevo, c’è una differenza abissale tra arredare un corridoio stretto e arredarne uno lungo e uno quadrato. Come anche c’è differenza tra un corridoio basso e uno molto alto.

In genere l’altezza aumenta la percezione della lunghezza, quindi in qualche modo va ridotta, ad esempio con doppi controsoffitti che definiscono 2-3 altezze e creano effetti cromatici di luce all’interno.

Un corridoio stretto e lungo può essere sfruttato per riporre armadi e mensole: c’è chi ama utilizzarlo come libreria o porta cornici. È intelligente infatti l’idea di usarlo come una parte viva e partecipe della casa. Se lo spazio lo permette ed hai un lato cieco, puoi creare un armadio a tutta altezza profondo almeno 45cm che ti permette di conservare giacche, cappotti e coperte.

Invece, se hai un corridoio più largo e spazioso, puoi arredarlo con una sedia dal design d’autore e un quadro in tinta, un’idea poco usata e di grande effetto.

 

I materiali

Senza alcun dubbio la boiserie in legno è il materiale più conosciuto, ma c’è anche un altro materiale molto usato per arredare il corridoio: la carta da parati. Qui ci si può sbizzarrire con idee e disegni di tutti i tipi, minimalisti, colorati, d’epoca. C’è davvero l’imbarazzo della scelta.

È un modo molto contemporaneo e poco costoso rispetto alla boiserie per dare un effetto stiloso al corridoio. I più audaci possono aggiungere la carta da parati anche sul soffitto! Se invece vuoi allargare lo spazio, scegli di inserire degli specchi a tutta altezza che ne esaltano la dimensione.