Lo stile Industrial

Lo stile industriale, o industrial se lo lasciamo alle sue origini americane, nasce proprio a New York negli anni ’50. Nel dopo guerra c’era bisogno di trovare nuove abitazioni a basso costo e quindi si è iniziato a riutilizzare spazi dimessi: fabbriche, uffici, centri direzionali, ecc. Ed ecco che sulla costa est degli Stati Uniti nasce un nuovo stile che ancora oggi è uno degli stili principali nelle case moderne. Il trend ci ha messo un po’ di anni ad arrivare in Europa, approdando in città molto alternative come Londra e Berlino negli anni ’80. Un simbolo dello stile industriale di fama mondiale è la famosa Factory, studio di Andy Warhol durante gli anni dell’affermarsi della “suapop art.

Che cos’è lo stile industriale?

C’é una premessa da considerare quando si pensa di arredare in stile industriale: lo stile è nato proprio dal riuso di certi spazi industriali, quindi tanti elementi che distinguono lo stile sono elementi strutturali legati all’ambiente. Lo stile industriale parte prima di tutto dalla struttura dello spazio, per esempio dalla presenza di tubature, pilastri di cemento, finestre industriali molto grosse, mattoni a vista e muri scrostati. Questo non vuol dire che se non si è in possesso di una vecchia fabbrica non si può arredare in questo stile, però se siete alla ricerca della vostra casa ideale e la vorreste in stile industrial, cercate questa tipologia di struttura. Le case industrial tendono ad avere spazi molto ampi o open space ed è molto importante la selezione di materiali e arredi per completare lo stile. Il metallo sarà sempre il protagonista indiscusso, come il cemento o resina per i pavimenti.

Lo stile industrial fa per me?

Lo stile industriale, come il vintage, tende a essere legato a uno stile di vita. Per arredare una casa in questo stile bisogna dedicare tanto tempo alla ricerca di pezzi unici e particolari, a volte per trovarli bisogna andare a cercare in negozi di antiquariato o vecchie fabbriche. Per tutti gli appassionati di mercatini sicuramente è uno stile adatto ma anche per chi per esempio piace un genere di casa un po’ grezza e vissuta ma in modo molto chic!

 

Caratteristiche dello stile, cosa rende una casa industriale?

  • ambiente ex fabbrica, loft, open space
  • resine industriali, mattoni a vista, cemento
  • finestre molto grosse
  • metallo
  • tubature a vista, travi di cemento
  • pelle, rame, legno
  • arredamento d’epoca

Oltre a queste caratteristiche, ci sono elementi essenziali che vi aiuteranno ad arredare con questo stile:

  • Pavimenti quando si pensa ai pavimenti di una casa industriale in genere sono in cemento, resine industriali o legno lasciato grezzo. Niente piastrelle, marmo o cotto.
  • Finestre spesso non si scelgono in una casa, si fa quello che si può con quelle che ci sono già. Se avete la fortuna di avere le finestre originali di una fabbrica, beati voi! Se invece avete delle finestre più normali, lasciatele libere da qualsiasi tipo di tenda, devono rimanere semplici!
    Questo stile spesso utilizza finestre interne per separare gli spazi di un open space. Queste sono sempre nello stile delle finestre industriali originale, ovvero con una griglia in metallo nero che delinea dei quadrati. Un altra idea può essere di trovare una vecchia finestra in qualche mercatino e farla diventare un mega specchio appoggiato al muro!
  • Metallo non c’è niente da fare, se volete l’industrial, vi deve piacere il metallo! Le luci sono quasi sempre grezze e in metallo, come le sedie, i tavoli e molti pezzi d’oggettistica.
  • Colori i colori in questo stile tendono a essere sulle sfumature del grigio o colori naturali. Raramente vediamo spazi industriali colorati, se non quel tocco di rosso qua e la che ricorda le fabbriche.
  • Rame il rame è un altro materiale che si vede spesso nella case industriali nell’ arredamento, soprattutto in cucina. Il rame ricorda un po’ le case di una volta e dona un tocco chic all’ambiente
  • Orologi e insegne ormai purtroppo è diventata una vera e proprio caccia al tesoro per trovare le vecchie insegne e gli orologi originali delle fabbriche. Se avete pazienza di spulciare negozi, mercatini e magari siti su internet, vale la pena cercare le insegne metalliche che una volta erano tipiche delle fabbriche. 

    

 

I dettagli

Come abbiamo visto le case industriali hanno spazi molto ampi, i muri sono grezzi e spogli, i soffitti alti e finestre e porte tendono ad essere di metallo. I dettagli fanno molto, quindi è importante andare a scegliere gli arredi con attenzione. Lo stile industriale può sembrare un po’ a caso, un mix di materiali e cose ma in realtà sono studiate nella loro diversità. Un vecchio banco da lavoro come tavolo da pranzo, 8 sedie tutte diverse, un divano in pelle vissuta, mobiletti industriali che ricordano le fabbriche, insegne di metallo, luci a sospensione di dimensioni diverse, oggetti vintage. Le possibilità sono infinite ed è uno stile molto personale proprio perché la ricerca dei vari pezzi di arredamento è molto specifica.

Ho cercato di riassumere tutte le caratteristiche più importanti ed evidenti di questo stile, che ve ne pare? E’ lo stile che fa per voi?